Italian

Imposta comunale sugli immobili (I.C.I.)

Informativa ICI 2011

Per l'anno 2011 è fissata l'aliquota ordinaria dell'imposta comunale sugli immobili nelle seguenti misure:

  • 4,8 per mille  per abitazioni e relative pertinenze, aree edificabili ed altri fabbricati;
  • 5,5 per mille per le abitazioni possedute oltre l’abitazione principale, tenute a disposizione(non locate).
  • Si ricorda che i terreni agricoli nel Comune di Colloredo di Monte Albano sono esenti.

Il 28 maggio 2008 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 93/2008 che prevede l'esenzione, a partire dalla rata di giugno 2008, dal pagamento dell'imposta comunale sugli immobili per le abitazioni principali e relative pertinenze ( il garage o box o posto auto coperto e scoperto, la soffitta, la cantina). L’esenzione non opera per gli immobili di categoria catastale A/1, A/8 e A/9.

Riguardo alla definizione di “Abitazione Principale”, si fanno le seguenti precisazioni:

 

  • per abitazione principale si intende quella di residenza anagrafica, salvo prova contraria, del contribuente - che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto e altro diritto reale - e dei suoi familiari, e le relative pertinenze, ancorché distintamente iscritte in catasto;

L’esenzione opera anche nel caso di immobili assimilati alle abitazioni principali.

Si considera assimilato, sotto il profilo tributario, al diritto reale di abitazione quello dei seguenti soggetti assegnatari di diritti sugli immobili utilizzati come propria abitazione principale:

  • il coniuge superstite ai sensi dell'art. 540 del Codice Civile;
  • il socio della cooperativa edilizia a proprietà indivisa sull'alloggio assegnatogli, anche se non in via definitiva;
  • l'assegnatario dell'alloggio di edilizia economica residenziale pubblica (“case popolari”) concessogli in locazione con patto di futura vendita e riscatto;
  • l’abitazione concessa in comodato d’uso ai parenti fino al 2° grado del soggetto passivo d’imposta, limitatamente al periodo di effettiva residenza del comodatario nell’immobile in questione;
  • l’abitazione posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da soggetto anziano o disabile che acquisisca la residenza in istituti di ricovero o sanitari, a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’immobile non risulti locato o adibito ad abituale dimora di altri famigliari.

Il nuovo regime di favore estende esplicitamente anche al coniuge non assegnatario della casa coniugale il beneficio previsto per l’abitazione principale. L’unica condizione posta a suo carico per fruire del beneficio in questione è che egli non possieda (o abbia altro titolo reale) un’abitazione principale nello stesso comune ove è ubicata la casa coniugale.

Le unità immobiliari possedute dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello stato sono soggette al pagamento dell’ICI. Per questi immobili non è stata riconosciuta l’esenzione, ma continuano a beneficiare della detrazione di € 103,29 a condizione che non risultino locate. 

L'imposta è ridotta del 50% per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno durante il quale sussistono dette condizioni.

I versamenti devono essere eseguiti in due rate:

  • la prima entro il 16 giugno, pari al 50% dell'imposta calcolata con le aliquote dell'anno precedente;
  • la seconda, a saldo e conguaglio, entro il 16 dicembre.

E' consentito il versamento in unica soluzione, entro il 16 giugno.

I versamenti d'imposta devono essere effettuati mediante bollettino postale sul c/c n. 88624259 intestato a EQUITALIA FRIULI VENEZIA GIULIA SPA – COLLOREDO DI M.A. – UD – ICI.

E’ inoltre consentito il pagamento con il modello F24.

I contribuenti residenti all'estero devono eseguire il versamento sul c/c bancario UNICREDIT SPA filiale operativa ROMA 2, Iban IT 49 C 02008 05365 000500035067.

E' conservato l'obbligo di presentazione, entro i termini stabiliti dalla legge, della dichiarazione o denuncia su modello ministeriale in caso di modificazioni nella soggettività passiva oppure nella struttura o destinazione degli immobili soggetti a tassazione avvenute nel corso del 2010.

Per ottenere il riconoscimento di riduzioni per particolari condizioni d'uso (uso gratuito, abitazione principale e pertinenze, fabbricati inagibili, agevolazioni per aree fabbricabili) il contribuente è tenuto a presentare apposita comunicazione entro il termine per la presentazione della dichiarazione dell'anno di riferimento.

ALIQUOTE ICI ANNO 2011

approvate con deliberazione del Consiglio comunale n. 3 del 16.02.2011

  • l'aliquota ordinaria dell'imposta sugli immobili viene confermata nella misura del 4,80 per mille;
  • per le aree edificabili ed altri fabbricati l'aliquota ICI rimane fissata nella misura del 4,80 per mille;
  • per le abitazioni possedute oltre l'abitazione principale, tenute a disposizione (non locate) rimane fissata nella misura del 5,50 per mille.