Italian

ISCRIZIONE PER RESIDENZA (cittadino italiano che abita in Italia)

La legge prevede che il cittadino italiano residente in Italia, per chiedere un trasferimento di residenza,

deve avere la propria dimora abituale nel Comune presso il quale presenta la richiesta.

Pertanto il cittadino che ha la propria dimora abituale nel Comune di Colloredo di Monte Albano,

deve chiedere l'iscrizione nell'Anagrafe della Popolazione Residente, per sé e per gli eventuali componenti del proprio nucleo familiare, entro 20 giorni dall’evento.

L’interessato dovrà anche rivolgersi all’Ufficio Tributi per regolarizzare la propria posizione ai fini TARSU (tassa rifiuti).

Documenti necessari

Per chiedere l'iscrizione anagrafica è necessario presentarsi muniti di:

  • un documento d’identificazione valido del richiedente e degli altri componenti che trasferiscono la residenza;
  • codice fiscale di tutti i componenti la famiglia;
  • in relazione alla variazione di residenza sulla patente di guida italiana e/o su carte di circolazione, sono necessari gli estremi dei documenti in questione (patente e numero di targa del/i veicolo/i) di tutti i componenti del nucleo familiare interessati da questa pratica correlata, che viene attivata d’ufficio;

ISCRIZIONE PER RESIDENZA (cittadino straniero che è già residente in Italia)

La legge prevede che il cittadino straniero, che già è residente in Italia ma presso altro Comune, per chiedere il trasferimento della  residenza, deve avere la propria dimora abituale nel Comune presso il quale presenta la domanda ed essere in regola con i documenti per il soggiorno (permesso di soggiorno o attestazione di iscrizione anagrafica per i cittadini dell’Unione Europea).

La richiesta di residenza per sé e per gli eventuali componenti del proprio nucleo familiare deve essere presentata entro 20 giorni dall’evento.

L’interessato dovrà anche rivolgersi all’Ufficio Tributi per regolarizzare la propria posizione ai fini TARSU (tassa rifiuti).

Documenti necessari

Per chiedere l’iscrizione anagrafica è necessario presentarsi muniti di:

 

  • passaporto valido;
  • permesso di soggiorno valido o attestazione di iscrizione anagrafica per i cittadini UE;
  • eventuale carta d'identità rilasciata dal Comune di provenienza;
  • codice fiscale di tutti i componenti la famiglia interessati dal trasferimento;
  • in relazione alla variazione di residenza sulla patente di guida italiana e/o su carte di circolazione, sono necessari gli estremi dei documenti in questione (patente e e numero di targa del/i veicolo/i) di tutti i componenti del nucleo familiare interessati da questa pratica correlata, che viene attivata d’ufficio.

 

 

ISCRIZIONE PER RESIDENZA (cittadino straniero che richiede per la prima volta la residenza in Italia)

Il cittadino straniero che ha la propria dimora abituale nel Comune di Colloredo di M.A., deve chiedere l’iscrizione nell’Anagrafe della Popolazione Residente, per sé e per gli eventuali componenti del proprio nucleo familiare entro 20 giorni dall’evento, purchè sia in regola con gli obblighi connessi al regolare soggiorno.

L’interessato dovrà anche rivolgersi all’Ufficio Tributi per regolarizzare la propria posizione ai fini TARSU (tassa rifiuti).

Documenti necessari

Per richiedere l'iscrizione di residenza il cittadino straniero deve presentarsi con la seguente documentazione:

  • passaporto o carta d’identità (se appartenenti alla U.E.) validi;
  • permesso di soggiorno/carta di soggiorno o ricevuta della richiesta inoltrata in Questura;
  • codice fiscale, per tutto il nucleo familiare interessato all’iscrizione anagrafica;
  • eventuali certificati originali comprovanti lo stato civile (coniugato/a, nubile/celibe, vedovo/a, divorziato/a) e certificati di nascita tradotti e legalizzati, senza i quali non è possibile certificare anagraficamente lo stato civile e le relazioni di parentela;
  • in relazione alla variazione di residenza sulla patente di guida italiana e/o su carte di circolazione: sono necessari gli estremi dei documenti in questione (patente e e numero di targa del/i veicolo/i) di tutti i componenti del nucleo familiare interessati da questa pratica correlata.

I certificati rilasciati all’estero devono essere tradotti in italiano e legalizzati dall’Autorità diplomatico – consolare italiana nel Paese d’origine. I certificati rilasciati dall’autorità consolare straniera in Italia devono essere legalizzati presso la Prefettura.

CAMBIO INDIRIZZO (per i cittadini italiani o stranieri già residenti nel Comune)

Il cittadino italiano o straniero che cambia abitazione nell'ambito del Comune nel quale è già residente deve comunicarlo entro 20 giorni dall'avvenuto cambio presentandosi all’Ufficio Anagrafe con la documentazione necessaria.

Se il trasferimento riguarda una famiglia la comunicazione può essere resa da uno solo dei componenti maggiorenni.

L’interessato dovrà anche rivolgersi all’Ufficio Tributi per regolarizzare la propria posizione ai fini TARSU (tassa rifiuti).

Documenti necessari

La documentazione necessaria da allegare all'istanza è la seguente:
per il cittadino italiano:

  • un documento d’identificazione valido del richiedente
  • in relazione alla variazione di residenza sulla patente di guida italiana e/o su carte di circolazione: sono necessari gli estremi dei documenti in questione (patente e e numero di targa del/i veicolo/i) di tutti i componenti del nucleo familiare interessati da questa pratica correlata.

per il cittadino straniero:

  • un documento d’identificazione valido del richiedente
  • in relazione alla variazione di residenza sulla patente di guida italiana e/o su carte di circolazione: sono necessari gli estremi dei documenti in questione (patente e e numero di targa del/i veicolo/i) di tutti i componenti del nucleo familiare interessati da questa pratica correlata.

COME FUNZIONANO I TRASFERIMENTI E I CAMBI DI RESIDENZA

La data di decorrenza dell’iscrizione o della variazione per cambio abitazione nel Comune è la data della richiesta. Successivamente risulterà una data di perfezionamento della pratica, al termine di tutto l’iter procedurale, dopo la quale l’Ufficio provvederà a inviare comunicazione con stato di famiglia aggiornato all’interessato. Nel periodo intercorrente tra la data di richiesta e la data di perfezionamento non è possibile certificare né autocertificare, in attesa della definizione della pratica, che potrebbe anche non andare a buon fine.

A seguito della domanda, la pratica sarà trasmessa all’Ufficio di Polizia Municipale, che provvederà al sopralluogo per la verifica dell’effettica dimora abituale.

Per quanto riguarda il trasferimento di residenza da altro Comune, si precisa che la pratica verrà inviata d’ufficio a quest’ultimo per la cancellazione e bisognerà attendere i tempi tecnici di rientro del modello per il caricamento informatico e per il rilascio di eventuali certificazioni.

Per quanto riguarda il cambio di residenza nel Comune, si precisa che la pratica verrà perfezionata direttamente nell’ambito dell’Ufficio Anagrafe.