Italian

Che cos’è e come presentarla
Per tutte le situazioni relative a stati, fatti e qualità personali a diretta conoscenza dell'interessato (anche relativi ad altri soggetti), NON compresi nell’elenco di ciò che si può autocertificare, il cittadino può rilasciare alle Pubbliche Amministrazioni ed ai gestori di pubblici servizi una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

La dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà:
va resa direttamente al funzionario/impiegato addetto al ricevimento dell'atto (notaio, cancelliere del tribunale, segretario comunale, funzionario incaricato dal sindaco o delegato dal rappresentante legale dell'impresa che gestisce il pubblico servizio, se ad essa è destinato l'atto) e sottoscritta in sua presenza;

oppure
può essere inviata (anche via fax) o consegnata da altra persona, senza autenticazione, allegando una fotocopia non autenticata del documento d’identità del dichiarante.

L’autentica della firma rimane necessaria per le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà da presentare a privati (come banche o assicurazioni) e per le domande di riscossione di benefici economici (pensioni o contributi) da parte di persone diverse dall’intestatario. In questi ultimi casi la dichiarazione è soggetta all’imposta di bollo.

Chi può fare la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

 

  • I cittadini italiani;
  • I cittadini dell'Unione Europea;
  • I cittadini extra-comunitari, regolarmente soggiornanti in Italia, limitatamente ai dati certificabili o attestabili dalle Pubbliche Amministrazioni italiane.

 

Casi di esclusione
Non possono essere prodotte mediante dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà le manifestazioni di volontà quali procure, mandati, deleghe, autorizzazioni, rinunce, accettazioni ecc.

La  stessa dichiarazione non può trovare applicazione nell'ambito del diritto privato (competente il notaio)
o se rivolta all'autorità giudiziaria nell'espletamento delle funzioni giurisdizionali.

Delega di pensione
E’ possibile l’autenticazione della firma sulla dichiarazione di delega a riscuotere una pensione. La dichiarazione va resa sul modulo fornito dall’Inps. La firma del delegante (titolare della pensione) va apposta davanti al dipendente comunale che provvede all’autentica. Nel caso in cui il delegante sia impossibilitato a recarsi presso l’Ufficio comunale per motivi di salute, è possibile richiedere che la firma sia raccolta a domicilio.