Italian

CERTIFICAZIONE ANAGRAFICA
I certificati anagrafici vengono rilasciati in tempo reale dall’Ufficio e possono essere richiesti direttamente dall’interessato o tramite una terza persona o per posta, per se stesso e per i componenti del proprio nucleo familiare.

Di norma sono in bollo, tranne nei casi per cui la legge prevede l’esenzione, nel qual caso l’interessato deve comunicarne l’uso da specificare sul certificato stesso.

Per i casi di esenzione, consultare l’allegato elenco.

I certificati sono soggetti ai diritti di segreteria di € 0,26 se è prevista l’esenzione dal bollo e di € 0,52 se in bollo.

In ottemperanza a quanto previsto dal Regolamento anagrafico, l’ufficiale d’anagrafe rilascia a chiunque ne faccia richiesta e si identifichi, fatte salve le limitazioni di legge, i certificati concernenti la residenza e lo stato di famiglia.

Le certificazioni anagrafiche hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio: le stesse possono essere utilizzate anche oltre i termini di validità purché l’interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni in esso contenute non hanno subito variazioni dalla data di rilascio.

I certificati anagrafici possono essere sostituiti dalle autocertificazioni (vedi la sezione “Autocertificazione”).

I certificati anagrafici ottenibili sono:

  • certificato di residenza
  • certifcato di stato di famiglia
  • certificato di stato libero
  • certificato di esistenza in vita
  • certificato di cittadinanza
  • certificato di iscrizione nelle liste elettorali

CERTIFICAZIONE ANAGRAFICA STORICA
Il cittadino, può chiedere direttamente, tramite una terza persona o per posta il rilascio di certificati anagrafici storici per se stesso e per i componenti del proprio nucleo familiare.

Detti certificati possono riguardare i periodi di residenza nel Comune o la composizione del nucleo familiare originario, o la composizione del nucleo familiare ad una determinata data, che deve essere specificata.

La ricerca è effettuata dall'impiegato addetto e, nel caso di ricerche particolarmente complesse (stato di famiglia originario) può richiedere un tempo più lungo del solito e pertanto non vengono rilasciati in tempo reale.

CERTIFICAZIONI DI STATO CIVILE
I certificati che l'Ufficio può rilasciare sono i seguenti:

NASCITA

 

  • Certificato
  • Estratto per Riassunto
  • Copia integrale

MATRIMONIO

 

  • Certificato
  • Estratto per Riassunto
  • Copia integrale

 

 

MORTE

  • Certificato
  • Estratto per riassunto
  • Copia integrale

Il certificato contiene unicamente le generalità dell’interessato; l’estratto per riassunto, oltre le generalità, contiene le annotazioni che integrano l’atto; la copia integrale è la copia fotostatica dell’atto.

Le copie integrali degli atti di stato civile possono essere rilasciate soltanto quando ne è stata fatta espressa richiesta, la quale deve essere motivata "da un interesse giuridicamente rilevante".

I certificati di stato civile sono rilasciati in esenzione di bollo e di diritti di segreteria.

I certificati di stato civile attestanti stati e fatti personali non soggetti a modificazioni hanno validità illimitata.

Le restanti certificazioni hanno validità 6 mesi dalla data di rilascio. Tale validità può essere protratta oltre al termine suddetto a condizione che l'interessato dichiari, in fondo al documento, sotto la sua responsabilità penale, che i dati riportati nel certificato stesso non hanno subito variazioni.

Per ottenere i certificati occorre recarsi allo sportello con le esatte generalità dell'intestatario (cognome, nome e data dell'evento).

Si possono richiedere i certificati anche tramite posta o via fax.

CORREZIONI/RETTIFICHE ATTI DI STATO CIVILE
Un cittadino può ottenere la correzione di un errore contenuto in un atto di Stato Civile (nascita, cittadinanza, matrimonio, morte) che lo riguada personalmente o riguarda un suo familiare.

In tali casi l’interessato deve, per il tramite dell’Ufficio di Stato Civile, richidere al Tribunale l’emissione del relativo provvedimento di rettifica. Sarà cura dello stesso Tribunale trasmettere il decreto all’Ufficio di Stato Civile per la relativa annotazione.

CASI DI ESENZIONE DALL’IMPOSTA DI BOLLO

  • Esercizio del diritto elettorale
  • Ufficio di Giudice Popolare
  • Leva militare
  • Procedimenti in materia penale, di pubblica sicurezza e disciplinare
  • Estratti e copie di atti richiesti nell’interesse dello Stato dalla Pubblica Amministrazione
  • Applicazione leggi tributarie (detrazioni IRPEF, Successione, Attribuzione Codice Fiscale, Rimborsi e sospensioni pagamenti di tributi ecc.)
  • Concessione prodotti petroliferi agevolati (U.M.A.)
  • Pagamento di corrispettivi di operazioni assoggettate ad I.V.A.
  • Operazioni relative a titoli di debito pubblico
  • Conseguimento sussidi (ammissione in istituti di beneficenza, interesse di persone non abbienti)
  • Assicurazioni sociali obbligatorie
  • Assegni familiari
  • Pensioni dirette o di reversibilità
  • Indennità di liquidazione o buonuscita
  • Cessazione rapporto di lavoro
  • Rincongiunzione carriera
  • Iscrizione liste di collocamento
  • Assistenza sanitaria
  • Iscrizione alla scuola dell’obbligo, materna ed asili nido
  • Ammissione, frequenza ed esami scuole ed istituti superiori
  • Borse di studio e presalario
  • Esonero tasse scolastiche
  • Dispensa, esonero o frequenza insegnamento religioso
  • Controversie in materia di: assicurazioni sociali obbligatorie, assegni familiari, individuali di lavoro e pubblico impiego, pensioni dirette o di reversibilità, equo canone per locazioni
  • Tutela minori ed interdetti (adozioni, affidamento, assistenza ed affiliazione di minori, riconoscimento di figli naturali)
  • Movimento di valuta, import/export merci
  • Passaporto, carta d’identità
  • Atti relativi a trasferimenti terreni per formazione o arrotondamento proprietà di imprese agricole
  • Concessione prestiti e mutui agricoli richiesti in base a normative Comunitarie e Nazionali
  • Espropriazione per cause di pubbliche utilità
  • Testamenti di qualunque forma
  • Rilascio abbonamenti per trasporto di persone
  • Contratti di lavoro e d’impiego sia individuali sia collettivi
  • Liquidazione danni di guerra
  • Partecipazione a concorsi ed assunzioni in Pubbliche Amministrazioni
  • Ricostruzione
  • Definzione pratiche di pensioni di guerra
  • Perfezionamento pratiche di divorzio
  • Pratiche assicurative, responsabilità civile, vita
  • Aggiornamento della residenza a seguito istituzione per variazione toponomastica o numerazione civica
  • Atti posti in essere o richiesti dal Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS)
  • Atti relativi ai partiti politici