Italian

Il terremoto del 1976

PERCHE' RICORDARE

Sono passati lunghissimi anni da quella tragica notte del 6 Maggio 1976, quando un orribile boato devastò le nostre terre.

Era il terremoto, di cui ormai tanti adolescenti non hanno che un debole ricordo tramandato dai racconti di genitori e nonni, che tanto ha condizionato le nostre genti e l’avvenire di tutti noi.

Nessuno di chi visse quei momenti ha dimenticato lo scenario sconvolgente di quei giorni, gli ammassi di macerie ovunque, l’odore del fumo che consumava le nostre case, i campi improvvisati per passare la notte e soprattutto le tante pietose salme di congiunti e amici, strappate in un lampo ai nostri affetti.

Tanto è accaduto da allora, nel dolore ci siamo fortificati, e con fierezza e dignità abbiamo lavorato fianco a fianco per ricostruire il nostro Friuli, insieme ai molti volontari, che da ogni parte d’Italia e del Mondo hanno dato il loro aiuto.

L’invito rivolto alla comunità è quello di farsi avanti e di partecipare attivamente alla costruzione di queste pagine dedicate che il Comune di Colloredo di Monte Albano dedica ai ricordi di tutti coloro che hanno vissuto il terremoto ed i giorni dell’aiuto e della ricostruzione.

Trasformiamo queste pagine in una vetrina sul passato, ricca di storie e avvenimenti che neanche il terremoto o la memoria possono sbiadire, e ristabiliamo un contatto con chi ha partecipato solidale alla ricostruzione, e con tutti coloro che venuti da lontano, sicuramente non hanno avuto modo di tornare nei nostri paesi ricostruiti, tra le nostre genti rinfrancate.

Solo così, ricordando i volti, le atmosfere, le tradizioni ed esperienze di chi ci ha preceduto e segnato la via, possiamo percorrere con fiducia e ottimismo il nostro avventuroso cammino e riscoprire la bellezza della nostra identità